San Nicola Arcella ed Arcomagno

San Nicola Arcella nella Riviera dei Cedri con la bellissima spiaggia dell'Arcomagno (o Arco Magno), costituita da un'apertura nella roccia nella quale il mare si insinua in una piccola baia sabbiosa.

San Nicola Arcella, situato nel Golfo di Policastro, è un piccolo comune calabrese con meno di 2000 abitanti posto sull'Alto Tirreno Cosentino, lungo la Riviera dei Cedri. Negli ultimi anni è diventata una apprezzata e nota località balneare situata su di uno strapiombo di 110 m. s.l.m., ai piedi del quale si trova una baia racchiusa da un braccio roccioso che le conferisce la forma di un porto naturale.

Di questo luogo si innamorò lo scrittore statunitense, Lord Francis Marion Crawford, che in compagnia della moglie e di un marinaio, si spingeva nell' esplorazione delle coste del sud Italia. Si fermava a soggiornare in una Torre Saracena di Crawford, posta proprio sulla baia, da qui traeva ispirazione per i suoi racconti, alcuni dei quali erano ambientati proprio per le vie del borgo di San Nicola Arcella.

San Nicola Arcella affacciata sulle acque tirreniche tra Praia a Mare e Scalea, vanta un bellissimo tratto di costa con una spiaggia di indubbio fascino, caratterizzata da un litorale di sabbia grigia ampissimo e lungo centinaia di metri, bagnato da un bel mare cristallino tra il turchese e l'azzurro e con fondali digradanti, perfetto per gli appassionati di nuoto. L'arenile è delimitato da basse scogliere ed alle spalle il Pollino ed il Cingolo la riparano dai venti. Tutta la costa in cui è incastonata la spiaggia è costituita da piccole calandre, spesso nascoste dietro gallerie rocciose, come l'Arcomagno (o Arco Magno), che dà il nome alla località balneare.

La località è così denominata per lo straordinario arco naturale venutosi a creare nella dura roccia, scavato probabilmente dal mare, aprendo così la via verso una piccola spiaggia, che è un piccolo paradiso. Quello che si presenta è uno scenario incantevole, una spiaggia silenziosa, nascosta e isolata, dove la cornice dell’Arcomagno (o Arco Magno) apre l’unica finestra sul mare. Tutto intorno c’è solo la roccia viva, che su un fianco si apre alla grotta dell’Arcomagno (o Arco Magno) che ha al suo interno una sorgente di acqua dolce, e davanti il bel mare dove tuffarsi è sempre molto piacevole nelle calde giornate estive.

Le dimensioni dell’arco consentono a piccole imbarcazioni di raggiungere la spiaggia direttamente dal mare, ma la zona è raggiungibile anche a piedi, lungo un sentiero ricavato nella parete di roccia, subito a ridosso della spiaggia. Lungo il percorso si può godere di un paesaggio incantevole, da qui è visibile tutta la costa, la vicina Praia a Mare, con le sue baie, e gli anfratti, tra cui l’Isola di Dino che offre un paesaggio incantevole. Le scogliere di granito cadono direttamente nel mare, sulle stesse si ricavano dei solarium naturali riservati, dove poter godere del mare e del sole in tutta tranquillità, accompagnati magari da una dolce melodia che nasce dagli spruzzi spumosi del moto ondeggiante del mare che si infrangono contro gli scogli.

La passeggiata per arrivare all'Arcomagno (o Arco Magno) è piacevole, immersi nel verde, tra il profumo del mare e quello della vegetazione, ma senza camminare neanche troppo, belle e lunghe distese di sabbia scura sono lì pronte ad accoglierci per una piacevole tintarella e qualche bagno rinfrescante e rigenerante in un mare cristallino, racchiuso tra le scogliere di San Nicola Arcella.

Nonostante la spiaggia sia ben attrezzata ed organizzata, mantiene tutto il suo fascino selvaggio. Una volta alla spiaggia, vale la pena una visita al centro storico di San Nicola Arcella, per ammirare il Palazzo del Principe.

Vai all'inizio della pagina